mercoledì 2 marzo 2016

kcolors

Kcolors
Sito: www.kcolors.com/
Contatto facebook: Christian Kolors Bertolini.
Video Dimostrativi youtube: www.youtube.com/channel/UCYE1U_a-GqGGmTLxfJGZoFw






Oggi ho assistito ad una dimostrazione di aerografia con Christian Bertolini.

Partiamo dalle basi, cos’è un colore. Il colore è l’insieme di un catalizzatore come può essere la vinilica, la resina e similari uniti al pigmento primario. Il pigmento viene macinato dalle aziende ridotto ad una consistenza quasi pari a 0 micron (ovviamente misura impossibile da ottenere). Quello che fa spessore in un colore ovviamente è la base.

Una molecola di colore viene spruzzata dall’aerografo e fatta schiantare contro l’oggetto che vogliamo colorare, per fare ciò ci sono 2 presupposti, la molecola di colore deve passare indenne dalla Duse quindi quella che meglio si presta è la 0,3 mentre la pressione al contrario di quello che si favoleggia dovrebbe essere di almeno 2 Bar .

Se lanciamo delle gocce di colore su di una superficie le stesse avranno una forma a sfera classica delle molecole d’acqua, se invece la pressione e maggiore la stessa verrà schiacciata.

Passiamo alla verniciatura vera e propria.
Il Primer, la Kcolors ha vari tipi di primer e può fornirlo in varie tonalità. Il primer è ultrafine, anche passato più volte non cancella i particolari è asciutto quasi subito ed è carteggiabile. La sensazione di toccare un pezzo appena verniciato senza sporcarsi le mani e lasciare ditate è fantastica.

I colori, tutti i colori Kcolors sono Opachi, tutti con una finitura stupenda. Possono essere mescolati tra loro o schiariti con un reducer. 

Il Reducer cos’è? Niente di speciale è la base colore stesso. Spesso si pensa che allungando i colori con l’acqua li si possa “diluire”, niente di sbagliato! Li allunghiamo e basta perdendo solo copertura. Usando il Reducer avremo il colore diluito in più base quindi più leggero ma con la stessa proprietà. 

Una volta terminata la colorazione possiamo scegliere la finitura. Opaco, Satinato o Lucido.
Da x01 a x100 sono le tonalità di finitura. X01 o X02 sono opachi senza riflesso, assorbono completamente la luce.
X02 è la classica finitura dei mezzi militari che troviamo per strada. Fantastica vista dal vivo.
X01 oltre a essere opaco tende a dare uno splendido effetto invecchiato, oltre a opacizzare con zero riflesso, sbianca i pezzi dando quell’aspetto vissuto
X90 il Lucido che rende tutti i colori totalmente brillanti e Lucidi da specchiarcisi. Tutte le gradazioni intermedie sono soggettive.

I cromati sostanzialmente sono 2: cromo e cromo nero (noi lo chiamiamo Gun Metal) gli stessi in base al fondo e alla finitura cambiano colore. Diventano alluminio, magnesio, oro e tanti altri.

I Candy, come i clear dei Tamiya sono colori diciamo non colore, dei trasparenti che servono a rifinire ed accentuare i colori stessi o a dare colori ai cromati.

I Perlati sono veramente creativi, in base al fondo cambiano tonalità dando quell’effetto perla del vedo e non vedo.

Attualmente oltre 1000 colori in catalago.
Sostanzialmente un video vale più di mille parole. L’esperienza è valsa mille parole per tutti i consigli Christian è pronto sempre a dare consigli. Lui dice che l’Italia ha creato le vernici da carrozzeria e gli altri ci hanno copiato, magari possiamo continuare a dare lezioni agli Altri.