sabato 19 novembre 2011

GUNPLA ART ATTACK 3.2

Oramai ci siamo, non ci sono più scuse, il diorama è praticamente finito e quindi prima o poi dovrò riprendere in mano il mio ZetaCrossWhite e decidermi a dargli questo benedetto trasparente!!
Eccolo qui sotto che riposa nella sua bella scatoletta....

ahhh come lo tocco si rovina!

Comunque riprendiamo il discorso diorama, il modellino di macross ora è colorato ( moooolto approssimativamente) non mi andava di impegnarmici troppo in effetti e si vede!

mi sa che era meglio se non lo toccavo da cosi!

Allo stato attuale è anche invecchiato, ho addirittura passato il clear della tamyia e la polvere simil ruggine sul modello, mancano solo un paio di lavaggi ed il gioco è fatto!
Anche se ad essere pignoli mi piacerebbe fare la striscia di terra spostata dal passaggio della caduta del robot ed inoltre vorrei anche sporcare il modello con della "terra" lunare.
La posizione del modello è ancora da definire, più che altro perché non so ancora dove posizionare lo Z.C.W.
Ecco le solite  foto..


lo zeta dove lo metto? dove lo metto ? non si sa!...

manca la mano!!!!

mi sa che ho dato un po troppa polvere di ruggine...

la posizione è da rivedere...

E' tutto per ora ciauxxx e buon Week end a tutti!



GUNDAM CONTEST DIPENDENTE presenta PASSIONE GUNDAMICA

Il Gundam Contest Dipendente procede inaspettatamente bene, considerando gli altri contest ben più famosi dei nostri e le varie sezioni si riempiono ogni giorno di nuovi concorrenti.

Prendo spunto da una mail di un lettore per aggiungere una piccola postilla al regolamento della sezione Modellistica ovvero:

TUTTE LE FOTO CHE PERVERRANNO COME W.I.P. (WORK IN PROGRESS) DOVRANNO ESSERE FATTE CON LE PARTI DEI MODELLI IN LAVORAZIONE AFFIANCATE DAL NOSTRO LOGO STAMPATO SU UN FOGLIO  (COLORI O BIANCO E NERO ) COME PROVA DELLA VOSTRA EFFETTIVA PROPRIETA' DEL MODELLO IN QUANTO I VOSTRI LAVORI VERRANNO PREVALENTEMENTE SCRUTINATI ATTRAVERSO LE SOLE FOTO.
PER I MODELLI  FINITI O CHE ABBIANO GIA PARTECIPATO AD ALTRI CONTEST VALE UNA FOTO CON IL MODELLO AFFIANCATO SEMPRE DAL NOSTRO LOGO STAMPATO SU CARTA.

Detto questo, oggi vi presentiamo il primo concorrente della sezione "passione gundamica" il suo Nick è ULTRAS87 e ci presenta un inedito GobboGundam ovvero un Gundam in stile Juventino.

Il nostro amico non solo ci presenta la sua opera, ma la correla anche con un dettagliato articolo che spiega come ha realizzato il suo lavoro grafico, quindi lascio la "parola" alla sua recensione, buona lettura  e con l'augurio che tanti alti lettori possano partecipare a questa innovativa categoria del contest vi dico ciauxxx

 GUNDAM JUVE

In una monotona giornata autunnale, di quelle dove l’unica cosa che si può fare è stare davanti al pc saltando da un sito all’altro, mi passa sotto gli occhi una foto, ovvero QUESTA  Un Gundam RX-78-2 completamente “pulito”, e li ho avuto un’illuminazione… perché non personalizzarlo io con qualche tema fuori dal normale?
Quindi, della serie “non avere un cavolo da fare”, ho subito aperto il mio fidato photoshop e mi sono messo all’opera. Ora restava da decidere il tema, ma vista la grande passione per il calcio, in particolare per la mia grande fede juventina, mi ha portato subito alla decisone di “truccare” virtualmente il Gundam in versione “Gobba”.
Io sono diplomato in grafica, quindi Photoshop lo maneggio abbastanza bene, per cui modificare in questo modo il Gundam è risultato un lavoro non molto complicato.

Vi descriverò velocemente i vari passaggi fatti, non sarà facile  ma ci provo, spero di spiegarmi il meglio possibile in modo che chi fosse interessato possa provare a farlo.
Prima di tutto ho abbozzato il lavoro, quindi colorando grossolanamente le varie parti del  Gundam ho fatto diverse prove di come sarebbe stato il risultato finale. Una volta decise le parti da colorare le ho scontornate usando lo strumento “penna” e in seguito ho trasformato i tracciati fatti in una selezione premendo il tasto destro del mouse e andando alla voce “crea selezione”, in questo modo si può lavorare solo su quelle parti selezionate.

Ovviamente non ho fatto tutte le parti insieme, ne ho fatta una per volta.  Quindi, una volta che una parte è selezionata, è possibile cambiare colore a piacimento andando su “immagine” nel menu e poi alla voce “regolazioni”. In “regolazioni” si trovano molte voci, ma per cambiare il colore se ne usano solo due, prima si toglie la saturazione premendo la voce “togli saturazione” così da rendere la parte selezionata  in bianco/nero, e poi si va alla voce “correzione colore selettiva” per cambiare il colore.

La voce  “correzione colore selettiva” va spiegata un po’ meglio perché non è facilissima, allora, una volta entrati in questa voce si aprirà una finestrella, dove c’è scritto “colore” bisogna mettere “neutri” (e cambierà colore a tutte le parti grigie, se si volesse cambiare colore ad una parte nera bisogna mettere nero) e poi si modifica i parametri sotto, cioè aggiungendo più giallo, rosso, blu e bianco/nero finchè non siamo soddisfatti.
Finita questa parte di “verniciatura” ho tirato le linee nere col pennello, proprio come se usassi un Gundam marker. Bisogna fare il tracciato della riga che si vuol tirare con lo strumento “penna”, poi tasto destro del mouse e si usa la voce “traccia tracciato” (prima di farlo mettere la grandezza giusta al pennello).

Infine le “decals”, ho ritagliato immagini da internet dei loghi juventini e le ho posizionate sul Gundam, naturalmente adattandole ai vari pezzi del Gundam. Invece le “decals” con numeri e scritte le ho fatte io con lo strumento scrittura usando vari font, e poi adattate anch’esse ai pezzi.
Se siete arrivati a leggere fin qui vuol dire che non vi ho fatto addormentare, spero che questa recensione sul lavoro fatto sia stata interessante e vi sia stata utile, ma soprattutto spero che vi sia piaciuta la personalizzazione di questo Gundam versione gobba, anche a tutti i “non-juventini” che lo guarderanno.

ULTRAS87


NOVITA' GUNPLANICHE

Direttamente dal Sol Levante ...mh forse meglio dire dalla Cina cor Furgone......squillino i tamburi e frullano...mh no non squillino le trombe e rulliamo e falla pass....ehm no quello direi proprio di no....vabbe insomma leggete sotto !!!


<><><><> <><><><>
Gundam Collection
Come fare entrare centinaia di mobile suit su una mensola? O si allarga la mensola, o si restringono i mobile suit, o meglio la scala delle loro rirpoduzioni. Così nel 2002 la Bandai introduce i Gundam Collection, action figures alte meno di 5 cm poiché in scala 1/400.
Realizzati in PVC, il diffusissimo cloruro di polivinile, colato in stampi, sono giocattoli statici ma rifiniti e dettagliati in modo impressionante. Le uniche articolazioni presenti, ma non in tutti i modelli, sono delle semisfere in corrispondenza delle spalle. Se da un lato permettono rotazioni di 360° delle braccia dall’altro sono attacchi piuttosto cedevoli con la conseguenza che gli arti tendono a staccarsi. A parte questo difetto i “gundammini” sono un concentrato di pregi.
Sono venduti in scatolette “a sorpresa”, quindi, come per le nostre figurine, finché non si apre il pacchetto non si sa cosa c’è all’interno. Acquistando una scatoletta con sopra scritto “Gundam Collection Vol. 01” non si può sapere quale dei 36 mobile suit della collezione ci sia ma solo che è uno di quelli previsti dalla collezione stessa. Attraverso cambi & scambi, o comprando un numero sufficiente di confezioni, si completa la raccolta… e si passa alla successiva.
Quasi tutte le collezioni hanno uno o più mecha “segreti” ossia pezzi prodotti in un ridotto numero di esemplari e pertanto più difficili da trovare rispetto agli altri. Generalmente sono dotati di colorazioni particolari oppure dorati o trasparenti.











Tutto questo per presentare uno dei miei ultimi acquisti  per il momento metto solo alcune fotine ma seguira' una videorecensione a breve .







 Pacco Misterioso proveniente dal Lontano Oriente












 Il Meteor della serie Destiny 1/400








Nel Kit troviamo i tre MS della Fazione Indipendente di Kira Yamato :

Akatsuki ,Infinite Justice,Freedom

e ovviamente il Meteor Unit !


A presto per la Videorecensione

Spaziando tra tutti le linee temporali, sia U.C. che non, escono 10 collezioni regolari e 9 denominate DX in cui sono presenti anche mobile armor o mobile suit più voluminosi, tipo il FAZZ di Sentinel, o impegnativi, come il G Gundam. Nel 2005 la Bandai ricomincia la numerazione da 1 aggiungendo il suffisso NEO. Molti dei pezzi di questa nuova serie hanno una basetta che riproduce un tipo di terreno (deserto, roccia, acqua) o una zona asfaltata con tanto di segnaletica stradale o qualche arto movibile.
I pezzi prodotti sono svariate centinaia, anche se spesso e volentieri lo stesso mobile suit è stato riproposto in una diversa posa e/o con un’arma differente (ad esempio bazooka piuttosto che beam saber). Ma il vero collezionismo arriva quando si comincia ad avere lo stesso identico MS solo con uno stemma, generalmente posto sulla spalla o sullo scudo, differente.
Il successo commerciale e la scala contenuta hanno permesso di produrre e vendere anche astronavi, come la White Base, che 1/400 misura 63 cm, o la Musai di “appena” 58,5 cm, oppure i più grossi mobile armor, come il Big Zam.
Sempre la dimensioni contenute hanno favorito anche la produzione di edizioni limitate anche in forma di gadget promozionali o allegati a riviste.
Ad agosto 2007 esce “Gundam Collection Complex”, una collezione dei soli Gundam “protagonisti” delle serie televisive 1979 – 2006 cui fa seguito una per i soli 00 Gundam, la serie non U.C. trasmessa proprio nel 2007.







 L'articolo e' stato ''preso in prestito'' dal universalcentury gestito dal buon Franius.
















































            L'imballo e' Ottimo