lunedì 29 febbraio 2016

RECENSIONE COLLA KCOLORS

COLLE KCOLORS
di Francesco Coriglione





Buongiorno a tutti. Ho appena terminato un test "veloce" delle due nuove colle Kcolors e condividerò con voi i risultati ottenuti. E' doveroso premettere però che si tratta di prove veloci e non approfondite ma se questi sono i primi risultati ne sono abbastanza entusiasta!



Iniziamo con la colla TRASPARENTE, quella che la Kcolors indica come alternativa alla tappo verde Tamiya (come scritto sulla stessa etichetta..).

Premetto che la tappo verde è la colla che uso meno, se non per incollaggio di parti minuscole e con minuscole superfici di ancoraggio, oppure per staccare fra loro parti incollate da poco grazie alla sua proprietà di solvente.

 La TRASPARENTE Kcolors si comporta in maniera molto simile alla tappo verde ma direi con un potere di incollaggio leggermente superiore. Come la Tamiya , essendo abbastanza liquida ed evaporando velocemente, permette di incollare le parti con estrema pulizia e precisione fondendo tra loro le due parti.


Passiamo alla “COLOR MIELE”. (..non me ne voglia Christian se la ribattezzo così.. Emoticon wink )
Attenzione, in questo caso invece non si tratta dell’antagonista alla famosa colla tappo arancio, bensì un prodotto totalmente diverso e nuovo e, secondo me, con utilissime caratteristiche aggiuntive.

 Mentre la Tamiya e altre di simile composizione sono principalmente composte da un solvente in grado di fondere e quindi unire le parti ma SOLO quando le superfici sono ancora solo plastica non verniciata, la MIELE Kcolors ha evidentemente tra i suoi componenti un “ingrediente” collante che le permette di mantenere salde fra loro anche superfici già verniciate. 

Vi accorgete infatti della presenza della sostanza collante già solo se le dita entrano a contatto con la colla. Ma parliamo della possibilità tanto decantata dal nostro Christian di poter “posare” il pezzo incollato fino ad un'ora…E’ VERO!

Il test si è svolto in questo modo:
ho eseguito il primo incollaggio con le solite modalità. A 10 minuti circa ho fatto un primo spostamento o riposizionamento del pezzo se vogliamo definirlo così. Poi ne ho eseguito un secondo a 20 minuti circa dal primo spostamento (30 minuti dopo il 1° incollaggio).

 La colla iniziava già a mostrare il suo potere aggrappante ma permetteva ancora spostamenti non eccessivi con facilità. Il terzo spostamento l’ho fatto a 30 minuti dal secondo (1 ORA dal 1° incollaggio!) Le parti erano già abbastanza saldamente incollate fra loro ma la colla mi permetteva ancora microspostamenti, cosa che soprattutto su scale molto piccole puo’ fare la differenza tra un lavoro fatto bene e uno fatto male.. E soprattutto (e chi fa questa azione con le colle a solvente lo sa..) dopo lo spostamento il pezzo rimane lì dove si posiziona, senza tendere a tornare indietro trascinato dalla plastica fusa dal solvente.

Il giorno dopo sono andato a testare la tenuta dei pezzi.

La TRASPARENTE offre una tenuta, come già detto, pari se non leggermente superiore alla tappo verde, ma come quest’ultima anche con essa se si tenta di separare meccanicamente le due parti queste si staccano senza molta resistenza.

La color “MIELE” presenta invece un ancoraggio molto forte e oppone una forte resistenza alla sollecitazione meccanica per staccare le due parti. (attenzione, anche se proviamo con due parti incollate con cianoacrilato queste si staccheranno, forse anche più facilmente.. Emoticon wink ) Premettendo comunque che noi non agiremo mai così rudemente su parti incollate sui nostri modelli, tuttavia talvolta potrebbe essere necessario doverlo fare.

 In questo caso la MIELE Kcolors risulta ben più vantaggiosa delle comuni colle a solvente perché il principio di funzionamento di queste ultime consiste nel fondere le superfici e quindi le “compromette”, soprattutto in fase di spostamenti o aggiustamenti, anche se in molti casi le solvente sono la soluzione ideale, mentre con la MIELE invece anche dopo separate le parti risultano perfettamente integre con solo uno strato di collante in superficie, collante che comunque viene facilmente rimosso con una semplice carteggiata riuscendo a restituire le superfici dei pezzi praticamente come in origine.

Per quanto mi riguarda le considerazioni finali su questi due prodotti non possono che essere positive e confermano ancora una volta, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di come la Kcolors sia un’azienda con una propria forte personalità in grado di offrire prodotti innovativi in un campo, quello del modellismo, che forse da troppo tempo ne sentiva la necessità.

Ribadisco ancora una volta che si tratta di mie considerazioni e che le suddette prove sono state eseguite in maniera non approfondita ma solo per poter far fronte alle mie momentanee necessità di utilizzo delle due colle. Mi riservo di testarle più approfonditamente e di potervene dar conto prossimamente.
Io torno a modellare, buona domenica e buon modellismo a tutti!
P.S.
...e scusate la prolissità..e mi sono pure trattenuto nello scrivere..Ah! Ah!..

Francesco Coriglione

domenica 28 febbraio 2016

GUNPLA BARBATOS 1/100 FOCUS ON

Ecco cosa succede a non controllare le bozze .. Mi sono completamente scordato di pubblicare questo articolo del nostro Don Davide, Oramai sappiamo tutto del BARBATOS, ma gustiamoci comunque queste considerazioni pre uscita....



GUNPLA Barbatos 1/100 FOCUS ON

Vediamo, attraverso le nuove immagini rilasciate, di cercare di dipanarsi un minimo nel mistero del gunpla che riproduce il Barbatos nella scala 1/100.

Al momento questo modello è indicato da molti blog esteri, giapponesi e inglesi, con la sola scala, assente della dicitura MG più classica su questo tipo di grandezza, sembra non fare parte nemmeno della linea Re 1/100. Il distributore Cosmic Group indica il modello sotto la sigla "MG 1/100", per molti utenti del web dovrebbe appartenere a questa linea proprio perché presenta un frame interno, ma vedremo con i mesi di fare chiarezza.

Frontale


 Retro

Sicuramente il frame è basilare per un modello che prevede, come propria specifica, l'interazione con armi e componenti di altri MS, quindi, come per l'HG, di cui abbiamo già un primo set ufficiale di espansione armi, probabilmente anche per questa scala avremo dei continui "upgrade" venduti separatamente. Bandai nuovamente opta per l'opzione "many upgrade = big money".

Frame



Nella confezione di questo 1/100 abbiamo:
- Fucile
- Upgrade per fucile a lunga gittata per artiglieria pesante
- Una katana
- Un paio di mani aperte
- Un paio di mani per l'utilizzo delle armi.





La data di rilascio in Giappone è prevista per novembre al prezzo di 2500 yen, in preordini in questi giorni anche in Italia presso i vostri rivenditori di fiducia.

Buona navigazione.

don Davide

sabato 27 febbraio 2016

BEST GUNPLA OF THE WEEK : BGOTW N° 224

MODEL NAME:  PG 1/60 RX 78-2 VER.CHROME
MODELED BY: ZZZANG65
LINK: http://blog.naver.com


Tutti i diritti delle foto, cosi come la proprietà intellettuale delle opere proposte in questa rubrica, sono dei rispettivi proprietari ed hanno il 
solo scopo di promuovere il lavoro svolto dai gunpla maister di tutto il mondo.



Buongiorno GD FELLOW, cromo, cromato, cromature, "come me viè da cromare..." altri aggettivi e nomignoli non me ne vengono per definire questo delirio di luccichii e superfici lucide, perfettamente lisce e pulite. 

Il PG 1/60 RX 78-2 di questa settimana si aggiudica il premio come il più "SCINTILLANTE" tra i BGOTW di sempre! 

Molto bello e di grande impatto lo stacco tra il cromo nero e il cromo alluminio, per non parlare di tutto l'interno completamente dettagliato e cromato anch'esso... Quante volte ho detto cromato? Credo ancora troppo poche in base al color cromo ( ..di nuovo ) che ha usato il modellista per colorare questo mobile suit in scala 1/60.

Led, adesivi cromati e decal stile 3.0( cromate anch'esse ) sono il perfetto coronamento di un gunpla di successo come questo.

Non perdetevi la gallery, e date un occhiata anche al link da cui ho preso questo modello per scoprire tante altre opere tutte cromate...  

Buon Gunplaggio cromato a tutti...

TOKY80

sabato 20 febbraio 2016

BEST GUNPLA OF THE WEEK : BGOTW N° 223

MODEL NAME:  RE/100 MSK-008 DIJEH 
MODELED BY: GON2MOKE2


Tutti i diritti delle foto, cosi come la proprietà intellettuale delle opere proposte in questa rubrica, sono dei rispettivi proprietari ed hanno il 
solo scopo di promuovere il lavoro svolto dai gunpla maister di tutto il mondo.



Buongiorno GD FELLOW, dopo la svista della scorsa settimana si ritorna in carreggiata con il consueto appuntamento del BGOTW di sabato

Oggi vi mostro un custom color del nuovissimo RE/100  MSK -008 DIJHE con lo schema colori personalizzato del suo pilota, AMURO RAY

Tanta la manualità che ha saputo esprimere il suo costruttore, dalle impercettibili e minuziose migliorie del modello a livello strutturale fino alla impeccabile colorazione clear. 

La scelta della livrea personalizzata di Amuro poi, rende giustizia ad un modello fin troppo sottovalutato (a mio avviso) . 

Nella gallery, dopo il salto di pagina, potrete trovare un paio di foto del modello originale, ma ho omesso tutte le foto del wip, provate voi a cercare le differenze tra il prima e il dopo...

Buon fine settimana e buon Gunplaggio a tutti...

TOKY80

giovedì 11 febbraio 2016

BEST GUNPLA OF THE WEEK : BGOTW N° 222

MODEL NAME:  MG 1/100 WING GUNDAM PROTO ZERO EW
MODELED BY: MAT MODEL


Tutti i diritti delle foto, cosi come la proprietà intellettuale delle opere proposte in questa rubrica, sono dei rispettivi proprietari ed hanno il 
solo scopo di promuovere il lavoro svolto dai gunpla maister di tutto il mondo.



Buongiorno GD FELLOW, pronti come ogni settimana a mostrarvi il meglio che la rete ha da offrirci in tema di GUNPLA. 

Questa settimana in particolare si caratterizza per un piccolo cambio di stile, via il logo che ha contraddistinto questa rubrica per più di 200 settimane e lasciamo spazio ad una più "seriosa" striscia introduttiva...Come al solito fatemi sapere cosa ne pensate.

Ora, parlando del gunpla di oggi, il mobile suit è una costumizzazione del MG 1/100 WING GUNDAM PROTO ZERO e se la scorsa settimana ci eravamo soffermati sulla colorazione e su quello che caratterizza la categoria EXPERT del GD CONTEST V questa settimana ci concentriamo su tutte quelle che sono delle migliorie estetiche e strutturali che rendono un modello standard, un pezzo unico ed inimitabile e quindi perfetto per la nostra categoria OPEN.

Nulla di meglio di una copiosa gallery fotografica comprensiva di work in progress, può spiegarvi al meglio cosa si intende per modifiche strutturali e migliorie estetiche.

In questo caso cé una summa di tutte le tecniche di modellazione che si possono usare su un GUNPLA,  se guardate la foto qui di fianco, ( la potrete vedere meglio dopo il salto di pagina ) noterete come le aggiunte di plasticard sono poche e ben distribuite, anche il riproporzionamento del busto o della pare frontale è studiato per non stravolgere il modello cosi come tutte le altre modifiche e migliorie sparse per tutto il corpo. 

Quello che voglio dire è che si può osare tutto sui nostri GUNPLA  ma tutto va usato e gestito con molta molta cura. 

Come qualcuno mi ha detto " il problema di un modellista è quello di sapersi regolare..."

Buon fine settimana e buon Gunplaggio a tutti...

TOKY80







sabato 6 febbraio 2016

BEST GUNPLA OF THE WEEK : BGOTW N° 221

BEST GUNPLA OF THE WEEK 221

Tutti i diritti delle foto cosi come la proprietà intellettuale delle opere
proposte in questa rubrica sono dei rispettivi proprietari ed hanno il 
solo scopo di promuovere il lavoro svolto dai gunpla maister di tutto
il mondo.




Model name: 
MG 1/1OO  RX 78-2 GUNDAM THE ORIGIN 
Modeled by:
il Sunaga Kaz ( tradotto ) 
Link: 
http://remembrance2014



Buongiorno GD FELLOW, eccoci pronti con un nuovo appuntamento del BGOTW. Questa settimana la mia attenzione è stata catturata dalla particolare colorazione di questo GUNPLA.

In questa versione il MG 1/100 RX 78-2 THE ORIGIN si caratterizza per una colorazione totalmente satura. I colori sono pieni, brillanti, senza un accenno di ombreggiatura o di invecchiamento.

E' una tecnica molto in voga nei paesi che hanno dato i natali a questo hobby e non vi nascondo il mio sincero e particolare interesse verso questa inusuale tecnica.. In effetti noi "Modellisti Italiani" siamo concettualmente abituati a realizzare un modello cosi come dovrebbe essere dal vivo, quindi con sporcizia varia accumulata sulla scocca, ammaccature, e deterioramento del colore dovuti ad agenti atmosferici sono parte essenziale del nostro lavoro di colorazione.

Questa applicazione invece vuole una colorazione assolutamente impeccabile, dove anche il minimo errore si paga a caro prezzo. Qui non sono ammesse sbavature,o minime imperfezioni... Piccole correzioni magari nascoste con un po di cipping oppure,piccole scrostature di colore accentuategrazie ad un po di drybrush non vanno assolutamente bene...

Questa colorazione cosi satura e piena non consente un minimo di ombreggiatura, le decal devono essere intonse e perfettamente amalgamate con il colore ed il trasparente protettivo, cosi come le panel line non devono sbavare di una frazione di millimetro, perfette e pulite come in un disegno tecnico.

Ecco quindi che quello che può sembrare un modello semplice e realizzato in poco tempo, nasconde invece una grande perizia ed una certosina manualità.

Potrei parlare ancora parecchio vedendo le foto qui sotto ma poi la prossima settimana se non ho nulla da dirvi che ci scrivo qui sopra? Quindi basta picchiettare con le dita sulla tastiera, la chiudo qui e vi do appuntamento alla prossima settimana...

Buon Gunplaggio a tutti...

TOKY80


clicca qui sotto per la gallery completa...