lunedì 29 febbraio 2016

RECENSIONE COLLA KCOLORS

COLLE KCOLORS
di Francesco Coriglione





Buongiorno a tutti. Ho appena terminato un test "veloce" delle due nuove colle Kcolors e condividerò con voi i risultati ottenuti. E' doveroso premettere però che si tratta di prove veloci e non approfondite ma se questi sono i primi risultati ne sono abbastanza entusiasta!



Iniziamo con la colla TRASPARENTE, quella che la Kcolors indica come alternativa alla tappo verde Tamiya (come scritto sulla stessa etichetta..).

Premetto che la tappo verde è la colla che uso meno, se non per incollaggio di parti minuscole e con minuscole superfici di ancoraggio, oppure per staccare fra loro parti incollate da poco grazie alla sua proprietà di solvente.

 La TRASPARENTE Kcolors si comporta in maniera molto simile alla tappo verde ma direi con un potere di incollaggio leggermente superiore. Come la Tamiya , essendo abbastanza liquida ed evaporando velocemente, permette di incollare le parti con estrema pulizia e precisione fondendo tra loro le due parti.


Passiamo alla “COLOR MIELE”. (..non me ne voglia Christian se la ribattezzo così.. Emoticon wink )
Attenzione, in questo caso invece non si tratta dell’antagonista alla famosa colla tappo arancio, bensì un prodotto totalmente diverso e nuovo e, secondo me, con utilissime caratteristiche aggiuntive.

 Mentre la Tamiya e altre di simile composizione sono principalmente composte da un solvente in grado di fondere e quindi unire le parti ma SOLO quando le superfici sono ancora solo plastica non verniciata, la MIELE Kcolors ha evidentemente tra i suoi componenti un “ingrediente” collante che le permette di mantenere salde fra loro anche superfici già verniciate. 

Vi accorgete infatti della presenza della sostanza collante già solo se le dita entrano a contatto con la colla. Ma parliamo della possibilità tanto decantata dal nostro Christian di poter “posare” il pezzo incollato fino ad un'ora…E’ VERO!

Il test si è svolto in questo modo:
ho eseguito il primo incollaggio con le solite modalità. A 10 minuti circa ho fatto un primo spostamento o riposizionamento del pezzo se vogliamo definirlo così. Poi ne ho eseguito un secondo a 20 minuti circa dal primo spostamento (30 minuti dopo il 1° incollaggio).

 La colla iniziava già a mostrare il suo potere aggrappante ma permetteva ancora spostamenti non eccessivi con facilità. Il terzo spostamento l’ho fatto a 30 minuti dal secondo (1 ORA dal 1° incollaggio!) Le parti erano già abbastanza saldamente incollate fra loro ma la colla mi permetteva ancora microspostamenti, cosa che soprattutto su scale molto piccole puo’ fare la differenza tra un lavoro fatto bene e uno fatto male.. E soprattutto (e chi fa questa azione con le colle a solvente lo sa..) dopo lo spostamento il pezzo rimane lì dove si posiziona, senza tendere a tornare indietro trascinato dalla plastica fusa dal solvente.

Il giorno dopo sono andato a testare la tenuta dei pezzi.

La TRASPARENTE offre una tenuta, come già detto, pari se non leggermente superiore alla tappo verde, ma come quest’ultima anche con essa se si tenta di separare meccanicamente le due parti queste si staccano senza molta resistenza.

La color “MIELE” presenta invece un ancoraggio molto forte e oppone una forte resistenza alla sollecitazione meccanica per staccare le due parti. (attenzione, anche se proviamo con due parti incollate con cianoacrilato queste si staccheranno, forse anche più facilmente.. Emoticon wink ) Premettendo comunque che noi non agiremo mai così rudemente su parti incollate sui nostri modelli, tuttavia talvolta potrebbe essere necessario doverlo fare.

 In questo caso la MIELE Kcolors risulta ben più vantaggiosa delle comuni colle a solvente perché il principio di funzionamento di queste ultime consiste nel fondere le superfici e quindi le “compromette”, soprattutto in fase di spostamenti o aggiustamenti, anche se in molti casi le solvente sono la soluzione ideale, mentre con la MIELE invece anche dopo separate le parti risultano perfettamente integre con solo uno strato di collante in superficie, collante che comunque viene facilmente rimosso con una semplice carteggiata riuscendo a restituire le superfici dei pezzi praticamente come in origine.

Per quanto mi riguarda le considerazioni finali su questi due prodotti non possono che essere positive e confermano ancora una volta, qualora ce ne fosse ancora bisogno, di come la Kcolors sia un’azienda con una propria forte personalità in grado di offrire prodotti innovativi in un campo, quello del modellismo, che forse da troppo tempo ne sentiva la necessità.

Ribadisco ancora una volta che si tratta di mie considerazioni e che le suddette prove sono state eseguite in maniera non approfondita ma solo per poter far fronte alle mie momentanee necessità di utilizzo delle due colle. Mi riservo di testarle più approfonditamente e di potervene dar conto prossimamente.
Io torno a modellare, buona domenica e buon modellismo a tutti!
P.S.
...e scusate la prolissità..e mi sono pure trattenuto nello scrivere..Ah! Ah!..

Francesco Coriglione

Nessun commento:

Posta un commento