giovedì 3 dicembre 2015

LE INTERVISTE DEL GD: il podio Italiano del GBWC 2015

LE INTERVISTE DEL GD PRESENTANO:  




:::::  PODIO GBWC 2015 ITALIA  ::::: 






A cura di  
Gab "Corino"
revisione e editing
Staff GD


Salve Fellows! Torna l'appuntamento delle interviste del GD e con l'occasione abbiamo il piacere di presentarvi i tre finalisti italiani del GBWC 2015:

Riccardo Forni (1°), Omar Zampetti (2°) e Massimiliano Lazzari (3°).

Molti di voi già conoscono le loro facce e i loro nomi, infatti fanno parte della nostra community con i nick (nell'ordine):

Toronagashi, aor_or_die70 e Gundamax.

Inoltre Omar è già stato campione italiano GBWC nel 2008 (quando si chiamava BAKUC), Massimiliano è arrivato secondo al GBWC l'anno scorso, sostituendo all'ultimo Riccardo (già team Nu Type) che è stato squalificato a seguito della la nota storia del Khsa Elyn (questione a lui estranea, aggiungerei...).
Insomma, si parla di modellisti di un livello altissimo! 

Ma passiamo la parola all'intervistatore, Gab "Corino" dello staff GD, che ringraziamo:


--------------------------------------------------

Riccardo Forni

RX 93 Gesshoku - Lunar Eclipse

Ciao Riccardo "Toronagashi"!
3 domandine veloci per conoscerci meglio e scoprire cosa ti ha portato sul podio (primo posto) dei GBWC 2015 Italia!
Innanzitutto raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo del modellismo Gundam:
Ho intrapreso questo hobby da circa 3 anni... sono ancora fresco! Ho corso con le mini 4wd per 18 anni e adesso sto applicando le tecniche di costruzione ai Gunpla, alcuni tools e materiali (Dremel e carbonio per esempio). Sono un "Gunplaro" un po' anomalo in quanto non ho mai seguito la serie... Mi considero un modellista puro, può essere un grosso difetto ma anche un grande punto di forza, non mi faccio influenzare dalle story line o dai vari universi. Riesco ad apprezzare o meno un modello per quello che è non per cosa rappresenta.
Vediamo di entrare un po' di più nello specifico: che tipo di modifiche hai operato per raggiungere questo risultato? Ci sono parti che ti hanno reso particolarmente soddisfatto? 
Anche questa volta (come lo scorso anno) ho mantenuto il mio stile utilizzando led, fibra ottica e clear parts, ormai l'effetto "Tron" è la mia firma. Il grosso del lavoro è concentrato nel kitbash e nella costruzione/progettazione del backpack, ma anche il fucile laser non è stato da meno.Tutto quanto è alimentato da 4 batterie al litio interne al modello, ma se devo essere sincero è stata una scelta un po' azzardata che non credo rifarò, troppo scomodo e di difficile gestione. Purtroppo i tempi erano stretti e non avrei fatto in tempo a cambiare il progetto arrivati a quel punto, ma come già detto prima, sono ancora "fresco" e dagli errori si deve imparare.
Progetti in cantiere?
Per il prossimo anno ho gia in mente qualcosa... spero di migliorare ancora. Ora solo perché ho vinto questo titolo non significa che sono "arrivato" o che sia diventato "il vate" dei Gunpla. Ci sono molti modellisti in gamba che hanno tanto da insegnarmi... quelli sono i miei punti di riferimento. Ho la grande fortuna di appartenere a un bel gruppo di persone talentuose e con grandi capacità ed esperienza. E' nato a ottobre il team NU TYPE e in futuro spero di dare il massimo anche per portare in alto questa nostra bandiera.

Grazie mille per il tempo che ci hai concesso e buon viaggio a Tokyo!

Riccardo al lavoro sull'RX-93 Gesshoku

--------------------------------------------------

Omar Zampetti

Across the sky

Ciao Omar "aor_or_die70"!
3 domandine veloci per conoscerci meglio e scoprire cosa ti ha portato sul podio (secondo posto) dei GBWC 2015 Italia! 
Innanzitutto raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo del modellismo Gundam: 
Tutto è iniziato 10 anni fa, ero in Giappone sei mesi per lavoro e girando nei mall vedevo questi robot che mi ricordavano la mia infanzia. L'ultima sera prima di partire, ad una cena, i colleghi mi regalarono il model kit dell'Rx-78-2 Ver.Ka e da allora non ho più smesso. Ho partecipato a diversi concorsi internazionali e nostrani e fortunatamente mi è andata sempre bene, vincendo sempre qualche cosa....
Vediamo di entrare un po' di più nello specifico: che tipo di modifiche hai operato per raggiungere questo risultato? Ci sono parti che ti hanno reso particolarmente soddisfatto? 
Il diorama per il GBWC è composto da due modelli. Uno è il Geara Doga Full Frontal, sul quale non ho effettuato particolari modifiche strutturali con eccezione dell'allungamento del busto, ho semplicemente aggiunto panel lines e dettagli. Quello che invece ha richiesto un grande lavoro è stato il Delta Kai Ground Type, che per il 70% è completamente autocostruito, come anche la basetta. 
Progetti in cantiere? 
Nel prossimo futuro sono stato invitato in un group build internazionale chiamato "Clash of Titans" in compagnia di venti tra i più grandi nomi del settore. La cosa partirà dal 1 gennaio e per il momento non posso dire i più. Finito ciò mi dedicherò al 1/100 PROJ-003 "TIEF STüMER" della Mechanicore.
Grazie mille per il tempo che ci hai concesso, e complimenti ancora per il tuo splendido lavoro.


Omar al suo masterclass del GD live @ Model Game 2015

--------------------------------------------------

Massimiliano Lazzari

Rick Dom II city hunter

Ciao Massimiliano "Gundamax"!

3 domandine veloci per conoscerci meglio e scoprire cosa ti ha portato sul podio (terzo posto) dei GBWC 2015 Italia!
Innanzitutto raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo del modellismo Gundam: 
Gunpla fan dal 2010 sono in realtà un fan di Gundam sin dagli anni '80 quando da adolescente ho visto la serie in TV. Mi sono avvicinato al mondo del modellismo gundamico appunto per la mia passione giovanile per il robot bianco. Attualmente sto lavorando su uno dei miei kit preferiti, il Nu Gundam in versione Master grade 1/100 ver.Ka. E poi ho in mente una serie di mini diorami (ancora allo stato embrionale) rigorosamente in scala 1/144 che bene si presta sia per la customizzabilità dei kit HG sia per le dimensioni più contenute. Non riesco a dedicare molto tempo a questo fantastico hobby, in realtà non completo più di 1-2 kit all'anno; ma sono dell’idea che la qualità del risultato finale sia inversamente proporzionale alla velocità di produzione… insomma sono della filosofia “meglio pochi ma buoni”;-)
Vediamo di entrare un po' di più nello specifico: che tipo di modifiche hai operato per raggiungere questo risultato? Ci sono parti che ti hanno reso particolarmente soddisfatto? 
Il Diorama prende spunto da un paio di serie di Gundam a me particolarmente care: Gunpla Build Fighters e 0080 War in a Pocket. Mi piace lavorare sulla scala 1/144 in particolare sui kit HG perché sono abbastanza dettagliati ed allo stesso tempo abbastanza grezzi da permettermi di customizzarli per dare quel quid in più al modello. Sono appassionato dei monoeye ed il Rick Dom è uno dei miei preferiti, per cui ho scelto il kit per gusto personale e lo ho "inserito" in una possibile scena cittadina a titolo "City Hunter" perché non avevo ancora affrontato questo genere di diorama. Il kit è stato customizzato con:
- allungamento del tronco (in effetti in Dom originale è un po' tozzo per cui l'ho slanciato un po';
- inserimento di Pla-plates (sia pezzi custom di plasticard, sia additional parts di dettaglio) dalle gambe fino alla testa;
- inserimento di qualche metal part 
- disegno e realizzazione di un bel po' di panel line aggiuntive (che mi sono costate un mesetto di lavoro :-P)
- un po' di kit-bashing con pezzi del cannone di un HG Ball che avanzavo da un lavoro precedente
- inserimento di un circuito completo di batteria (inserita nella gonnellina posteriore del MS) di tre led, uno per il monoeye e 2 nei thrusters 
Il kit completato con colorazione custom ad aerografo, un po' di weathering con Tamiya set e poi posizionato nella scena "montato" su un paio di cuscinetti creati con DAS ed Ovatta opportunamente colorata per replicare l'effetto di fumo. Per quanto riguarda il diorama ho cercato degli edifici in scala 1/144 già pronti ma non trovando niente che mi soddisfacesse mi sono orientato sulla soluzione "paper-craft": ho stampato su carta dei modelli di asfalto e palazzo della Scalescenes (scala N ferromodellistica, equivalente circa a 1/150) e da li armato di cartoncino, taglierino e colla ho creato la scena. Alla scena ho poi aggiunto modelli in scala N di auto e lampioni. Il tocco finale al palazzo non poteva che essere un insegna a tema Gunpla Build Fighters (Gunpla Academy). Il risultato penso sia un diorama ben bilanciato, abbastanza fedele e rappresentativo delle due serie a cui mi sono ispirato. L'obiettivo che mi ponevo quest'anno è stato ampiamente raggiunto. Questo diorama è stato "riconosciuto" sia in ambito nazionale (secondo al GD Contest 2015) che internazionale (terzo posto al GBWC 2015).
Progetti in cantiere? 
Al momento l'attività "gunplanica" langue un po' perché sono impegnato con la nuova pupattola appena arrivata ad allietare le mie notti :-))) Però un paio di idee in testa cominciano a frullarmi... per ora sono embrionali, una è relativa ad un lavoretto con un kit SD mentre l'altra è un diorama a tema spaziale questa volta ... vedremo come evolvono e quanto tempo avrò a disposizione ... anyway never stop modelling ;-)
Grazie mille max per il tempo concesso, e grazie per la bellissima spiegazione, sicuramente motivo di spunto per le nuove leve!


Max al Torino Model Prize 2015

--------------------------------------------------

Nessun commento:

Posta un commento