lunedì 18 gennaio 2016

LE INTERVISTE DEL GD: Podio GBWC 2015 Tokyo! (ITA)

Le interviste del GD presenta:  




:::::PODIO FINALE GBWC 2015 TOKYO:::::


top_title-1.jpg


By Corino & Lemcat revision and editing Staff GD Traduzione Komusai

Ciao ragazzi! Le “Interviste del GD” continuano a crescere e questa volta abbiamo il piacere e l’onore di intervistare il podio al completo dell’edizione 2015 del GBWC, categoria OPEN:

1°: Win Eiam-ong (Thailand)
2°: NG Siu Way (Hong Kong)
3°: Jeff Ho (Malaysia)

Da sinistra: NG Siu Way, Win Eiam-ong, Jeff Ho


Insieme ai due premi speciali degli sponsor:

Char's AURIS Ⅱ Award: NG Siu Way (Hong Kong) 

Gundam Visa Card Award: Riccardo Forni (Italy)


Da sinistra: Katsumi Kawaguchi, Riccardo Forni, NG Siu Way

Quindi via, ascoltiamo quello che hanno da dire alla community del GD!



_________________________________________________________________________



Win Eiam-ong, First place


Win ritira il primo premio

Il suo lavoro, Another Late Night



Ciao Win!

Qualche domanda per conoscerci meglio e scoprire come hai raggiunto il primo posto al GBWC 2015.

Come è stata questa esperienza alla finale GBWC a Tokio?
È stato davvero meraviglioso! Mi è piaciuto ogni singolo momento, la parte della vittoria è stato il "cacio sui maccheroni" (assolutamente fantastico, ne sono onorato e colpito).
Ma quello che ho amato soprattutto è l'essere parte di questa comunità fantastica, imparare dagli altri, migliorare, incontrare nuovi amici, così come rincontrarne di vecchi.
Ho legato con la maggior parte di queste persone per il resto della vita, persone fantastiche, assolutamente fantastiche.


Win, May e Jeff
Eric Capucion e Win
Win conMdgelo Gui.


Quale è il tuo modello preferito tra gli altri partecipanti?
Mi spiace, preferisco non dirlo…il problema è che è un mio buon amico, e se leggesse questo e mi sentisse dire che mi piace il suo lavoro, mi prenderebbe in giro non-stop e non voglio farlo “gonfiare” troppo :)

Puoi raccontare un episodio da ricordare in questa finale?
Non mi sarei mai aspettato di vincere. Normalmente faccio del mio meglio mi ci butto e spero per il meglio, così quando hanno annunciato i risultati per il 3° posto, e poi il 2°, ho pensato che non c'era modo che ricevesse nulla, poiché c’erano altri ottimi lavori che pensavo potessero vincere.
Quando poi hanno citato il mio nome seguito da Thailandia, non l'ho registrato nella mia testa, così sono rimasto li seduto ad applaudire aspettando che il vincitore si alzasse... fino a che la vincitrice Junior della Thailandia dietro di me mi ha dato un cazzotto nelle costole dicendo ”Sei tu, scemo!” (lei è fantastica)

La proclamazione

Vorresti aggiungere qualcosa su questa edizione del GBWC 2015?
Montare Gunpa è una forma di arte che non ha un fine o un obiettivo finale...Tutto ciò che puoi fare è avere un idea, sperimentarla, sbagliare, imparare da essa, o riuscire e andare avanti verso un'altra idea e continuare a divertirti. I costruttori di Gunpla sono semplicemente artisti che scelgono i Gundam come loro tela.

Raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo della costruzione dei Gundam
Ho cominciato a fare modelli quando avevo 11 anni ma con Warhammer, e fin da allora ho costruito e dipinto modelli.
Warhammer è un gioco di guerra da tavolo dove il giocatore crea il suo modello, e poi gioca usando regole, righello e dadi, combattendo l’un l’altro come fosse un esercito, come warcraft ma con i modellini.
Il mio primo Gundam è stato un anno e mezzo fa con questo ragazzone:

Il primo Gunpla di Win

Ho guardato molto le serie Gundam e quando è uscito Gundam Build Fighters, dove un modellista può costruire un modello e poi lo mette su un tavolo dove prende vita e combatte contro gli altri.. ne sono stato preso.. dopo il primo, ne sono diventato “dipendente “ e non mi sono più guardato indietro

Andiamo più in profondità: che tipo di modifiche hai fatto per raggiungere questo risultato? Ci sono delle parti di cui sei particolarmente fiero?
Volevo solo raccontare la storia che volevo e comunicare, o collegarmi, attraverso il mio modello con persone che non si occupano di Gunpla.
Personalmente credo che un diorama debba raccontare una storia.
Così volevo raccontare la storia di noi modellisti che lavoriamo duramente e al lungo per perfezionare la nostra arte, ma anche qualcosa che possa essere visto e compreso anche dalle persone che non sanno nulla di Gundam. Così invece di di modellisti e modelli, è un falegname e una scultura di legno (stessa cosa con diverse capacità, ma in qualche modo collegate)
Per come la vedo io il GBWC è un evento promozionale di Bandai e Sunrise, qundi questo diorama deve venire da uno degli universi Gundam: siccome io sono entrato nel mondo Gundam con GBF, volevo creare una storia in quell'universo.
Ecco perché se guardi il diorama trovi molti riferimenti a quell'universo: il cappello di Mao sul tavolo, ii simbolo della scuola di Mao in legno, l'haro antizanzare... Anche il logo sulla placca del diorama e e sulla scultura in legno è infatti il nome di uno degli episodi (GBFTry:”Validi avversari").
I Gundam stessi non sono Wing ed Epyon, ma un mix creato apposta con molti kits Gundam

Particolare di "Another Late Night"
Particolare di "Another Late Night"
Particolare di "Another Late Night"
Uno dei Gunpla usati per "Another Late Night"

Hai già in testa il tuo prossimo lavoro?
Si, sono stato abbastanza fortunato d’essere stato invitato in un gruppo di Builder internazionale chiamato “Clash of titans”.
L’idea è che ci siano 20 modellisti da tutto il mondo con 20 differenti idee e stili ma con un solo modello (Graze 1/100).
Sono molto onorato di essere in questo gruppo pieno di fantastici builders, spero solo di non fare troppe ca****te.. niente pressione

Il nuovo group build internazionale "Clash of the Titans"
Il lavoro attuale di Win per "Clash of the titans"

Grazie ancora per il tempo che ci hai concesso e goditi questa vittoria meritata!
E non dimenticare, Italy Loves Gunpla!

Win con la bandiera Tailandese

___
______________________________________________________________________



NG Siu Way, secondo posto e Auris Award

Ray ritira il secondo premio
Ray ritira il Toyota Auris Award
Il suo Nightingale

Ciao Ray!

Qualche domanda per conoscerci meglio e scoprire come hai raggiunto il terzo posto al GBWC 2015.

Come è stata questa esperienza alla finale GBWC a Tokyo?
Questa è la prima volta che gareggio nella finale GBWC, ero così eccitato ed emozionato di aver vinto il premio e di avere avuto un riconoscimento dai giudici, che stimo moltissimo.

La proclamazione per l'Auris Award

Quale è il tuo modello preferito tra gli altri partecipanti?
Il modello del concorrente giapponese.

Tallgeese A (ARES) - The God of War - By Roku (JAP)

Puoi raccontare un episodio da ricordare in questa finale?
In realtà, ci sono due momenti memorabili: primo, quando hanno fatto il mio nome per il vincitore del secondo posto, che vuol dire che avrei vinto due premi. Questo mi ha davvero colto di sorpresa
Secondo, master Kawaguchi vestito da Babbo natale che consegnava i premi ai partecipanti.

La proclamazione per il secondo posto
Mejin Christmas consegna un "regalino" a Ray

Vorresti aggiungere qualcosa su questa edizione del GBWC 2015?
Beh, penso che sia già perfetto così! 

Raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo della costruzione dei Gundam:
Sono un grande fan di anime di fantascienza da quando ero piccolo, ho sempre sognato di possedere uno di quei Gundam 1:1 o un aereo ed ecco perché ho cominciato a costruire Gundam. Da grande, sono stato fotografo per un settimanale a HK per quasi 10 anni, ma senza dimenticare il mio interesse per i Gundam.
Così ho lasciato il mio lavoro e messo su il mio studio dove ora lavoro come insegnante a tempo pieno specializzato in costruzione di modelli Gunpla

Andiamo più in profondità: che tipo di modifiche hai fatto per raggiungere questo risultato? Ci sono delle parti di cui sei particolarmente fiero?
I miei modelli sono caratterizzati da molti dettagli e particolarità meccaniche.
Troverete un Gunpla MG dentro la creatura principale, ed è questa la parte che io trovo più soddisfacente.

Nightingale by Ray

Hai già in testa il tuo prossimo lavoro?
Si e ovviamente la maggior parte sono Master Grade.

Grazie ancora per il tempo che ci hai concesso e goditi questa vittoria meritata!
E non dimenticare, Italy Loves Gunpla! 

Ray con la bandiera di Hong Kong

_________________________________________________________________________



Jeff Ho, third place


Jeff ritira il terzo premio
Il suo lavoro, The Angel



Ciao Jeff!

Qualche domanda per conoscerci meglio e scoprire come hai raggiunto il terzo posto al GBWC 2015.

Come è stata questa esperienza alla finale GBWC a Tokio?
É stata una grande esperienza, inoltre sono contento di aver potuto incontrare altri partecipanti dal vivo.

Quale è il tuo modello preferito tra gli altri partecipanti?
É Difficile sceglierne uno tra tutti i finalisti, tutti hanno finito con duro lavoro e fatica... Se proprio evo scegliere, per me è il partecipante thailandese, adoro come ha presentato il suo kit

Another Late Night, by Win.


Puoi raccontare un episodio da ricordare in questa finale?
Non c'è uno momento specifico per me, ma poter incontrare i partecipanti di altri paesi di persona fa parte di miei ricordi, a cui tengo.

Jeff con Keviv Zang e Ray NG
Jeff e lo stallone italiano Riccardo
Jeff e NM Kai

Vorresti aggiungere qualcosa su questa edizione del GBWC 2015?
Sono soddisfatto e apprezzo molto tutta l'organizzazione di Bandai per questo viaggio.

Raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo della costruzione dei Gundam:
Ciao sono Jeff Ho, piacere di incontrarvi, costruire modelli é il mio hobby, faccio modelli in plastica e resina e ho cominciato con i Gunpla nel 2005, partecipando per la prima volta alla competizione Bandai nel 2007.
Alcuni dei miei risultati:
2008 - PG Strike (BAKUC 2008 - 1st runner up)
2009 - PG RX-78 (BAKUC 2009 - 1st runner up)

2010 - MG Zeong (BMKWC 2010 - 1st runner up)
2011 - Kshatriya IV - (GBWC 2011 - Grand Final Champion)

2012 - Psycho Gundam / Zaku vs GM (GBWC 2012 Consolation)

2013 - The O.ctopus (GBWC 2013 Best Colouring + Consolation)

2014 - Kshatriya (GBWC 2014)

2015 - The Angel (GBWC 2015 Grand Final 2nd runner up)

Oltre a questo il mio paese, la Malesia, ha un contest di metà anno; potete poi trovare altre foto sulla mia pagina FB (Jeff Ho)

Zaku vs GM - GBWC 2012
Kshatriya - GBWC 2011


The-O.ctopus - GBWC 2013
Kshatriya V - GBWC 2014


Andiamo più in profondità: che tipo di modifiche hai fatto per raggiungere questo risultato? Ci sono delle parti di cui sei particolarmente fiero?
Non posso dire di esserne fiero, io mi limito a condividere alcune idee sul mio pezzo "The Angel".
Ho avuto questa idea alcuni anni fa, ma non l'ho fatto perché cercavo soluzioni a basso costo per fare il recast dal volto, facendo molti esperimenti (questo è divertente).
L idea era di far sembrare questo mecha umano, e fare un kitbash al contrario

Hai già in testa il tuo prossimo lavoro?
No, non ho ancora deciso nulla..

Grazie ancora per il tempo che ci hai concesso e goditi questa vittoria meritata!
E non dimenticare, Italy Loves Gunpla! :)

Jeff con la bandiera Malesiana

_________________________________________________________________________




Riccardo Forni, Gundam visa Card Award

Riccardo ritira il Gundam Visa Card Award
RX-93 Gesshoku - Lunar Eclipse, il lavoro italiano


Ciao Riccardo!

Qualche domanda per conoscerti meglio e scoprire come hai raggiunto questo Premio Gundam Visa Card al GBWC 2015.

Come è stata questa esperienza alla finale GBWC a Tokio?
Per me è stata la prima volta in Giappone, quindi l’euforia è stata doppia!
Credo di aver pensato almeno una dozzina di volte “oddio, allora tutto questo è reale! Esiste davvero!”
Ero già pronto al tour de force per il viaggio lampo (15 ore all’andata e 16 al ritorno) ma ne è valsa davvero la pena, ho conosciuto persone fantastiche, mi sono fatto nuovi amici e questo è il premio più importante di tutto il GBWC.
Tutta l’organizzazione Bandai è stata impeccabile, siamo stati seguiti e trattati con riguardo dall’inizio alla fine.

Il momento della proclamazione
La cerimonia
Il mitico Italian Stallion con il Gundam Rx-78-2
Quale è il tuo modello preferito tra gli altri partecipanti?
Una preferenza è difficile da dare.
Credo che il lavoro di Win, il neo campione del mondo, sia qualcosa di veramente particolare ed innovativo. Forse è un po’ fuori il contesto di “mecha”, ma senza dubbio rispecchia lo spirito di noi builders, “another late night” corrisponde agli ultimi mesi di lavoro di ogni partecipante a questo evento.
Se devo dare una preferenza, mi ha colpito molto sia il Sazabi verde “Wasabi” dell’Indonesia e il Nightingale del secondo classificato di Hong Kong.
La mia curiosità più grande era vedere con i miei occhi la resa dal vivo di questi modelli e sono rimasto sbalordito dalla precisione/pulizia di queste opere.
A volte le foto camuffano le imprecisioni, ma in questo caso non rendono giustizia.

The Final battle by NM Kay (Indonesia)

Puoi raccontare un episodio da ricordare in questa finale?
Credo che il momento che più mi resterà impresso sarà quanto accaduto in un negozio il sabato mattina (giorno prima dell’evento)
Ero alla cassa per pagare alcuni articoli e avevo già dato al commesso passaporto e carta di credito (alcuni negozi non hanno il duty free se presenti il passaporto).
Mi sposto a lato del bancone mentre mi stavano imbustando gli articoli e cerco di vedere dove avessero appoggiato il mio passaporto, solo che non lo vedevo.
Alzo gli occhi e vedo un passaporto alla cassa, allungo la mano per prenderlo pensando fosse il mio e una voce un po alterata mi dice: “Ehi! That’s my passport!”
Figuraccia, era il documento del ragazzo dopo di me, tratti asiatici ma con un perfetto slang inglese… che strano.
Mi scuso, pago e scappo via.
La sera stessa, in albergo, avevo appuntamento con il delegato Bandai per la cena, insieme Kevin (Usa) e Joshua (australia, che non è poi riuscito ad esserci).
Il delegato Bandai ci presenta e…. cavolo! Il tizio del passaporto!!!
Che dire, abbiamo rotto il ghiaccio alla grande! Soprattutto dopo che gli ho dato in mano il mio di passaporto, “così eravamo pari”

Gunpla Shop
Delegato Bandai


Vorresti aggiungere qualcosa su questa edizione del GBWC 2015?
Unico rammarico di questa avventura è essere rimasto così poco, il clima che si crea in queste occasione è davvero piacevole e ti fa dimenticare la tensione della competizione.
Poi ovviamente c’è l’euforia per il premio vinto che rende tutto ancora più incredibile.
È stata una esperienza unica e lavorerò sodo per poter tornarci.


Il gruppo del GBWC
Riccardo con Jousha Darrah, Dennis Chou e Jeff 



Raccontaci chi sei e come sei entrato nel mondo della costruzione dei Gundam:
Ho intrapreso questo hobby da circa 3 anni... sono ancora fresco! Ho corso con le mini 4wd per 18 anni e adesso sto applicando le tecniche di costruzione ai Gunpla, alcuni tools e materiali (Dremel e carbonio per esempio). Sono un "Gunplaro" un po' anomalo in quanto non ho mai seguito la serie... Mi considero un modellista puro, può essere un grosso difetto ma anche un grande punto di forza, non mi faccio influenzare dalle story line o dai vari universi. Riesco ad apprezzare o meno un modello per quello che è non per cosa rappresenta.

Andiamo più in profondità: che tipo di modifiche hai fatto per raggiungere questo risultato? Ci sono delle parti di cui sei particolarmente fiero?
Anche questa volta (come lo scorso anno) ho mantenuto il mio stile utilizzando led, fibra ottica e clear parts, ormai l'effetto "Tron" è la mia firma. Il grosso del lavoro è concentrato nel kitbash e nella costruzione/progettazione del backpack, ma anche il fucile laser non è stato da meno.Tutto quanto è alimentato da 4 batterie al litio interne al modello, ma se devo essere sincero è stata una scelta un po' azzardata che non credo rifarò, troppo scomodo e di difficile gestione. Purtroppo i tempi erano stretti e non avrei fatto in tempo a cambiare il progetto arrivati a quel punto, ma come già detto prima, sono ancora "fresco" e dagli errori si deve imparare.

Hai già in testa il tuo prossimo lavoro?

Per il prossimo anno ho gia in mente qualcosa... spero di migliorare ancora. Ora solo perché ho vinto questo titolo non significa che sono "arrivato" o che sia diventato "il vate" dei Gunpla. Ci sono molti modellisti in gamba che hanno tanto da insegnarmi... quelli sono i miei punti di riferimento. Ho la grande fortuna di appartenere a un bel gruppo di persone talentuose e con grandi capacità ed esperienza. E' nato a ottobre il team NU TYPE e in futuro spero di dare il massimo anche per portare in alto questa nostra bandiera.


La vetrina dedicata al Gesshoku
Il suo attuale lavoro

Grazie ancora per il tempo che ci hai concesso e goditi questa vittoria meritata!

E non dimenticare, Italy Loves Gun… ah no! Tu già lo sai! :D


_________________________________________________________________________


Grazie ragazzi per la disponibilità e cortesia a nome del Gundam Dipendente e di tutti i Gunpla Builders Italiani!

Nessun commento:

Posta un commento